nivels

Il bilinguismo, come plurilinguismo è un dono

In educazione bilingue on 17 ottobre 2009 at 21:26

act now

Il bilinguismo, come plurilinguismo è un vantaggio da tutti i punti di vista. Dalla memoria più forte ad una apertura alle culture differenti, tolleranza etc.

Però come ogni diversità a volteaffronta anche le difficoltà, ad esempio come quella sociale. Penso che l’importanza di avere un personale preparato negli asili/ scuole sul tema di bilinguismo non sia discutibile. Ma sarà una questione politica: perché non lo sono?

Faccio quello che posso: come una mamma russa, convinta che il bilinguismo di mio figlio sia un beneficio più che un ostacolo, dimostro una tale sicurezza sul argomento che per fortuna fin ora non ho mai sentito la discriminazione verso il mio modo di crescere il piccolo. Trovo bellissimo

che mio figlio sappia una lingua in più, una lingua così ricca e affascinante. Se vorrà potrà leggere Bunin e Bulgakov in originale, avrà un modo più naturale per comunicare con i suoi cugini. Questi sono degli aspetti pratici, non entro neanche nel campo dei vantaggi al livello cognitivo e comportamentale!

Il contesto sociale è complesso, però noi facciamo parte nella formazione della visione di questa realtà. Il senso di superiorità non lo considero come un fenomeno che valga la pena di trattare. L’ignoranza invece va presa con pazienzaJ Bisogna parlare, spiegare e essere fiduciosi.

Foto: www.flickr.com/…/stopclimatechaos/3480393240/

Annunci
  1. Anche io sono convintissima del fatto che il bilinguismo sia un dono, e ancora di più se si ha la possibilità di imparare due lingue molto diverse tra loro, come l’italiano e il russo. Non credo che a livello di queste lingue ci siano tante persone che possano sostenere il contrario, o che possano ritenere il russo una lingua inutile o socialmente inferiore (poi magari sbaglio). Purtroppo questa cosa accade, invece, con altre lingue, magari considerate dialetti minoritari. Io credo che il bilinguismo sia sempre estremamente utile, oltre che vantaggioso dal punto di vista cognitivo, anche se le due lingue imparate fossero lo spagnolo e un dialetto indigeno, o il catalano e il sardo. Chi sostiene il contrario, mi spiace dirlo, è ignorante in materia. Non ti curar di lui…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: