nivels

Archive for settembre 2010|Monthly archive page

Я Вас не забыла!

In russo on 28 settembre 2010 at 14:46
Дорогие, со-язычники, в этом месяце я публикую серию очень интересных интервью с психологом и психотерапевтом (специалистом в биоэнергетическoм анализе), моей дорогой подругой и просто очень интересным человеком – Арианной Орелли.
Материала получилось очень много, я буду постепенно публиковать перевод всех постов на русском языке.
Я Вас не забыла:)
Annunci

Il valore della sincerità in educazione bilingue

In educazione bilingue on 27 settembre 2010 at 14:25

Il seguito della conversazione con la dottoressa Orelli,  iniziata qui:

L’importanza della sincerità tra il bambino e la madre /padre, che valore ha?

Più che di sincerità, che si riferisce a quanto viene comunicato, detto a parole al bambino, io parlerei di autenticità, cioè della capacità di saper ascoltare le proprie emozioni e di agire di conseguenza.

Una buona domanda da farsi, anche in relazione a quanto stiamo discutendo, è: “se io fossi al posto del mio bambino, come mi sentirei in questo momento?” cercando di identificarsi in lui per evitargli situazioni di eccessivo stress.

Il livello di frustrazione che l’ambiente procura ad un bambino dovrebbe sempre essere ottimale, per promuovere un sano sviluppo intellettivo ed affettivo, come ci insegna Winnicott. Ma per fare ciò occorre anche saper “regredire” al livello infantile, recuperare la memoria, più corporea che verbale, della nostra infanzia; purtroppo da adulti questa capacità spesso si perde. Leggi il seguito di questo post »

Non c’entra niente, lo so… очаровал…

In nel mondo on 22 settembre 2010 at 14:56

Solo per presentarvi, se non lo conoscete ancora, il papà che “just trying to make some cool pancakes for his daughter”. Non ho potuto di fare a meno di nominarlo, è troppo forte questo papà…

Просто не удержалась, ну очаровал меня этот папаша, знакомтесь, he’s just trying to make some cool pancakes for his daughter”:)

Presto con il seguito dell’intervista con la dott.ssa Orelli, psicologa e psicoterapeuta specializzata in Self-Analisi Bioenergetica

“Parliamo la mia lingua” o “non ti capisco”…

In bilinguismo, educazione bilingue on 20 settembre 2010 at 19:29

“Non ti capisco”… è un buon modo per affrontare “il non volere” dei nostri figli bilingue di parlare la lingua minoritaria o c’è qualcosa che ci impedisce di utilizzare questo metodo? Questa domanda, credo, talvolta può occupare la mente di un genitore che cerca di crescere il proprio bambino bilingue. Mi sono chiesta quale sarebbe l’opinione professionale, l’osservazione più profonda dal lato emotivo d’una tale situazione… E mi sono rivolta ad un’amica, una persona di grande riferimento, la dottoressa Arianna Orelli, una psicologa e psicoterapeuta specializzata in Self-Analisi Bioenergetica (approccio integrato mente-corpo-relazione):

Se un genitore parla esclusivamente una lingua con il proprio figlio, il bambino gli crederà veramente che non lo capisce in un’altra lingua?

Se un genitore si rivolge sempre al bambino in una stessa lingua, per esempio l’inglese, e quest’ultimo non ha occasione di osservare il genitore parlare con altre persone in un secondo idioma, ad esempio l’italiano, potrebbe anche credergli. Leggi il seguito di questo post »