nivels

Posts Tagged ‘educazione bilingue’

L’utilizzo del potere, parte II

In bilinguismo, educazione bilingue on 7 ottobre 2010 at 09:07
Ultima parte della conversazione con la dottoressa Arianna Orelli:
La lingua è portatrice d’identità familiare, culturale ed etnica, per cui, quanto più la seconda lingua sarà carica di affetti e significati simbolici, tanto più il genitore ed il bambino s’identificheranno con essa e la motivazione ad apprenderla ed utilizzala sarà forte e condivisa.
Nei casi di sradicamento dal contesto linguistico originario ed immigrazione della famiglia o dei genitori o di un solo genitore, oppure in presenza di un genitore bilingue, o infine nei casi di adozione di un bambino straniero con conseguente adattamento linguistico e familiare, l’integrazione fra cognizione ed emozione avviene più o meno naturalmente.
Nelle situazioni in cui l’acquisizione precoce di una seconda lingua venga decisa invece sulla base di motivazioni puramente “intellettuali”, svincolate dalla storia personale o familiare del piccolo, quali ad es. la convizione che apprendendo una seconda o terza lingua fin dalla più tenera età il bambino potrà trarne benefici di tipo cognitivo, sociale e/o professionale, occorre a maggior ragione aumentare l’attività di monitoraggio della relazione e la propria consapevolezza, accantonare la strategia della “non comprensione” ed incentivare la motivazione del bambino tramite attività stimolanti, divertenti e non coercitive.                                                                                 Leggi il seguito di questo post »

Bilingual books da Londra/ Детские книги из Лондона

In bilinguismo, educazione bilingue, libri, nel mondo on 28 febbraio 2010 at 17:11

Русский текст смотри ниже

Due case editrici londinesi hanno attirato la mia attenzione grazie ad una scelta abbondante di libri bilingui per i bambini e libri multilingue per l’infanzia. Mantra Lingua e Milet Books! Sembra che la distribuzione sia organizzata molto bene e capillarmente. Vi consiglio caldamente di visitare questi due siti:)

Два лондонских издательства привлекли моё внимание своим широким лингвистическим выбором в предлагаемой детской литературе. Leggi il seguito di questo post »

Piantare le radici del bilinguismo/ O тактике “приживания” русского языка в первые два года

In a casa parliamo così, educazione bilingue, libri on 11 febbraio 2010 at 14:54

Русский текст смотри ниже

Una volta iniziato a scrivere questo post, non mi immaginavo di quanti momenti importanti nella nostra quotidianità avrei voluto raccontare. Il resoconto si sta allungando, percui questo breve articolo apre una serie (piccola anche questa:) di post sul tempo e passatempo dedicati alla lingua russa.

Se i nonni vi stanno vicini, la situazione si trasforma da estrema in difficile (sempre), però, questa volta, accompagnata da una speranza di successo. Tuttavia può capitare che tu, sei proprio quell’unico portatore della lingua minoritaria vicino al piccolo. In quel caso, parlerà mai la tua lingua? C’è ancora una speranza? Credo di si, in ogni caso, sto sperimentando e proseguo ad andare avanti:) Leggi il seguito di questo post »

Sugli obbiettivi e sulla realtà/ Билингвизм – реально достижимая цель?

In bilinguismo, educazione bilingue, russo on 9 febbraio 2010 at 10:42

Il testo italiano viene di seguito al testo russo

Уже ожидая своего малыша, мне было совершенно ясно, что мой ребёнок должен знать русский язык, не слишком понятно было, как именно я буду его обучать. Как быть когда рядом будет наш итальянский папа? (об этом я писала ранее) Такой вопрос я задавала себе тогда. Сегодня, обладая 2-х летним опытом, я спрашиваю себя, как обеспечить ребёнку необходимую языковую среду для разностороннего изучения русского языка. Leggi il seguito di questo post »

Lo sviluppo del linguaggio verso i due anni/ Развитие речи к двум годам

In a casa parliamo così, bilinguismo, educazione bilingue, russo, testimonianze on 4 febbraio 2010 at 13:22

Русский текст смотри ниже

Siamo arrivati al punto di 2 anni meno una settimana! Che differenza tra FF oggi e FF un’anno fa. Certo, un’anno fa.. Però anche 5-6 mesi fa, anche 4, anche 2…. I nostri piccoli fanno dei passi straordinari, temo di non capire in fondo tutto il potenziale che possiedano.

Il linguaggio di FF si è arricchito molto nei ultimi due mesi, sia in italiano che in russo. Sembra che la velocità di acquisizione del linguaggio espressivo aumenti sempre di più.

Le costruzione di frasi invece non sono diventate più complesse. Come scrivevo prima, nel Due parole , al massimo due parole del tipo “mamma aspetta” (ital.), “sono caduto” (rus.).

Invece noto un’evidente sviluppo nella fonetica. Facendo un tentativo di conoscere l’alfabeto cirillico si è creata un’atmosfera perfetta per praticare i suoni adeguati alle lettere ed è naturalmente molto utile nel perfezionare la pronuncia di parole varie. Per fortuna FF si diverte molto nel cantare e ripetere, nel disegnare e riconoscere le letterine (sopratutto sulla vasca da bagno!). Per fare questi disegni insieme a tanti altri utilizziamo le matite da bagno di Crayola. Leggi il seguito di questo post »

Bilinguismo – Una Testimonianza

In bilinguismo, educazione bilingue, russo, testimonianze on 28 gennaio 2010 at 10:46
Vorrei pubblicare una lettera, ricevuta da una amica di famiglia. Una persona estremamente colta, ma sopratutto con anni di esperienza personale nell’insegnamento della lingua russa ai propri due nipoti, nati e cresciuti lontano dalla Russia.
…Mi stai chiedendo di condividere con te la mia esperienza nell’insegnamento del russo non in Russia. Cercherò di riassumere i punti più importanti. Dalla mia esperienza:
I bambini non hanno problemi ad imparare la loro lingua madre. Perché? Primo di tutto perché sono bambini e poi perché loro “respirano l’aria” della propria lingua. Il fatto che sono bambini non sta solamente nella loro età biologica, come spesso ripetono gli insegnanti, profondamente contrari Leggi il seguito di questo post »

Билингвизм или двуязычие – личное мнение/ Bilinguismo – Una Testimonianza

In bilinguismo, educazione bilingue, russo, testimonianze on 23 gennaio 2010 at 22:50
La traduzione di questa lettera-post si trova qui, a presto!

Хочу опубликовать письмо от друга нашей семьи. Человека хорошо образованного, а главное с личным и многолетним опытом обучения русскому языку двоих внуков, родившихся и растущих далеко за пределами России.
…Ты меня просишь поделиться опытом по обучению русскому в нерусскоговорящей стране. Попробую выделить важные моменты. Итак, из моего опыта:

Tre cugini bilingui или говорим только по-русски!

In a casa parliamo così, bilinguismo, educazione bilingue, russo on 21 gennaio 2010 at 15:02

Русский текст смотри ниже

La settimana di capo d’anno l’ho dedicata alla mia famiglia – sono venuti mia sorella dall’estero ed i due cugini bilingui, di 9 e 11 anni del piccolo FF. Ormai i cugini sono abbastanza grandi per vedere il loro evidente bilinguismo, in russo (anche per loro è L2) parlano, leggono e sanno pure scrivere. Non è perfetto il loro russo, però hanno tutte le competenze necessarie per comunicare in questa lingua complessa. Leggi il seguito di questo post »

Dialetto in Bilinguismo

In bilinguismo, educazione bilingue, nel mondo on 22 dicembre 2009 at 21:15

Sicilia – Germania – Sicilia

Una storia personale

È una storia linguistica personale contraddittoria: vari tipi di bilinguismo in diverse fasi della crescita ed un approccio pratico dei genitori, credo che succeda spesso così. La vita degli emigrati, impegnata nella ricerca di una vita migliore per la famiglia, per i propri figli, quanto spesso riceve un consiglio professionale in una nuova situazione linguistica?

La mia protagonista è una mamma trilingue di 2 figlie, nata e cresciuta in Germania, Leggi il seguito di questo post »

4 lingue vissute insieme per 3 giorni

In bilinguismo, educazione bilingue, nel mondo on 16 dicembre 2009 at 23:09

Bambino Gesù, Roma

Domenica sera in un istante, imprevedibile solo un minuto prima, decidiamo di partire per l’ospedale. Una corsa di infiniti minuti finisce in una serata vicino al letto del piccolo in pronto soccorso, in attesa dei risultati degli esami, con gli occhi puntati al monitor di sopra… è un virus.

Passa la notte e ci troviamo con dei vicini venuti non di meno che dalla Sicilia, riconosco l’accento e le intonazioni sentite ogni tanto, per poco. Mi piace:) Parlo con il mio piccoletto che cerca di combattere la febbre altissima e gli racconto quello che so della Sicilia. Non ci sono mai stata.

Leggi il seguito di questo post »